Fabbrica della Bontà: riapre – Loacker

Dopo il grande successo della prima edizione, torna la caccia al biglietto d’oro del concorso Loacker “La Fabbrica della Bontà”. Sarai tu a spuntarla?

Rullo di tamburi, il 29 gennaio è ripartita la sfida alla fortuna. In palio, 3 notti per quattro persone tra le bellezze delle Dolomiti e una visita alla sede dell’azienda Loacker.

La febbre dell’oro e dell’argento.

È stato inseguito, bramato, sospirato, ma solo uno l’ha stretto a sé. Il biglietto d’oro del concorso Loacker “La Fabbrica della Bontà” è in cerca di un nuovo padrone per mostrargli le bellezze delle Dolomiti.
Proprio come nella passata edizione, il fortunato vincitore ha l’occasione di godersi 3 giorni tra la natura incontaminata dell’Alto Adige e di fare tappa ad Auna di Sotto (BZ), dove c’è la sede produttiva e amministrativa di Loacker.

Da qui puoi scorgere l’incantevole Sciliar, uno spettacolo che puoi iniziare a scoprire live e ogni volta che vuoi con la nostra webcam. Guarda con i tuoi occhi che meraviglia!

Oltre al biglietto d’oro, brilla di luce propria anche quello d’argento. Se lo trovi, la fortuna ti fa un grande regalo: la possibilità di vincere una delle 5 golosissime box in palio colme di fragranti Loacker.
Inizia a farci la bocca e vediamo come è semplice partecipare.

Facile come papparsi un Loacker.

Fai un giro sulla pagina del nuovo concorso “La Fabbrica della Bontà” e registrati, basta inserire i pochi dati richiesti nel modulo messo a disposizione. In men che non si dica, sei pronto a sfidare la fortuna. Ma occhio, puoi giocare una sola volta.

La fortuna ha scelto te?
Congratulazioni, ti apparirà subito un messaggio di conferma.

E se non hai vinto? Tempodibonta.it sa come tirarti su il morale con ricette, giochi, buoni sconto, viaggi e tante altre novità.
Se qualcosa non ti è chiaro o vuoi saperne di più, puoi inviare le tue domande all’indirizzo email lafabbricadellabonta@tempodibonta.it

Buona fortuna! Ti aspettiamo in Alto Adige.

Registrati e partecipa al Concorso “La Fabbrica della Bontà”.

Vota l'articolo