LA MAGIA DELLO SCILIAR – Loacker
LA MAGIA DELLO SCILIAR

Matita

Gomma

Scarti di cartone

Forbici

Nastro adesivo

Nastro biadesivo

Colla Stick

Colori acrilici (verde, blu, marrone e bianco)

Pennelli

Wafer Classic Cacao&Milk

Divertirti con i tuoi bimbi a costruire l’imponente Sciliar, il massiccio di 2.563 metri che protegge l’Alto Adige e che è custode di leggende millenarie.

e non ti dimenticarti di...
scattare la foto al tuo lavoro e condividerla taggando Loacker con l’hashtag #LoackerItalia

Prendere la confezione dei Wafer Classic Cacao&Milk o di altri gusti Wafer Classici 45g x 5.

Aprire la confezione per intero e disegnare su di essa la sagoma del monte, ricordandosi di lasciare due alette laterali e soprattutto, alla base, una striscia lunga come l’intera sagoma e profonda circa 4 cm. La forma del Massiccio dello Sciliar si può trovare nel retro delle confezioni Loacker e ricopiare da lì.

Dopo averla ritagliata occorre creare altri strati per le cime della montagna, in modo da rendere più tridimensionale il nostro oggetto,
quindi ripeteremo il procedimento altre due o tre volte, disegnando e ritagliando altre sagome di montagna, questa volta però più piccole della prima e senza aggiungere base e le alette laterali.

Una volta ritagliate le sagome bisogna dargli più spessore, basta quindi attaccare alla base alcune strisce di cartone, oppure le sagome intere delle nostre cime, che si possono ricavare ricalcando i disegni direttamente sullo spessore.

Incollare poi ogni strato, partendo dal più grande fino al più piccolo, stando attendi a rimanere sopra la striscia alla base.

Per colorare il Massiccio dello Sciliar bisogna partire dal verde nella parte bassa per il prato, proseguire con il grigio della roccia e aggiungere il bianco sulle punte per la neve. In questa prima fase non c’è bisogno di lasciar asciugare ogni strato di colore, anzi, se si mischiano un po' è ancora meglio, ma una volta asciutto, con un pennello asciutto occorre aggiungere del bianco sulle punte.

Infine, piegare la striscia alla base e le alette laterali e appoggiare in verticale il monte.

  • Condividi