A SPASSO NEL TEMPO – Loacker

A SPASSO NEL TEMPO

Ti raccontiamo la storia più dolce che sia stata mai scritta. Dal 1914, anno in cui Alfons Loacker mosse i suoi primi passi da pasticciere, all’esordio tra il grande pubblico dei famosi Gnometti.

 

L’origine della bontà.

1914

Alfons Loacker ama il suo lavoro quanto il calcio, il suo sport preferito. Agli inizi del ‘900, lavora come apprendista nella pasticceria Rizzi di Bolzano e, nel suo unico giorno libero, non perde l’occasione di tirare due calci al pallone con i suoi compagni di squadra. Diventeranno i suoi primi venditori.

1925

Alfons diventa un pasticciere qualificato e apre la sua piccola pasticceria a Bolzano, in Via della Roggia. Qui sforna i classici prodotti da pasticceria a cui abbina i primi wafer. Segue le ricette della tradizione austriaca a cui aggiunge materie prime naturali, inventiva e spirito imprenditoriale.

1935

In città si sparge la voce delle deliziose “cialde di Bolzano” di Alfons Loacker. La sua esperienza di pasticciere cresce insieme alla sua voglia di stupire e impreziosisce i suoi fragranti wafer ripieni di crema alla nocciola con uno strato di finissimo cioccolato al latte. Sta per nascere la prima Tortina.

1945

Alla fine della seconda guerra mondiale, l’attività di Alfons Loacker deve ripartire da zero. Con uno spirito ancora più tenace, si rimbocca le maniche, sceglie di mettere da parte i dolci che richiedevano troppe ore di lavoro e acquista nuovi macchinari per i wafer. La produzione cresce a dismisura.

1958

Quella che una volta era una pasticceria nel cuore di Bolzano, ora è un’azienda ben avviata sotto tutti i punti di vista. Il figlio di Alfons, Armin, inizia a lavorare come Responsabile della Produzione e avvia l’automatizzazione del processo produttivo a livello industriale.

1969

Anche la sorella Christine entra in azienda in qualità di Responsabile dell’Amministrazione e della distribuzione. Alfons, che si spegnerà un anno dopo, è sicuro di aver lasciato in buone mani il suo dolce sogno. Detto, fatto. Armin acquista il primo forno automatizzato per wafer e la produzione aumenta del 500%.

1974

Nasce lo stabilimento ad Auna di Sotto sul Renon a 1.000 m d’altezza, tra la natura incontaminata. Sei nuovi forni consentono di produrre 40.000 confezioni di wafer al giorno, ma la ricetta è sempre la stessa: solo ingredienti genuini senza aromi né coloranti.

1983

Dalle Dolomiti arrivano gli ambasciatori della bontà: gli Gnometti Loacker. Sono loro i protagonisti del primo spot TV andato in onda nel 1984 e gli autori di un jingle rimasto nella memoria di tutti. Dagli anni ’80 ad oggi sono diventati delle autentiche celebrità.

La storia della bontà Loacker continua con nuovi aneddoti e tante curiosità. Non perderti il prossimo appuntamento.

 

 

  • Condividi